Chi SONO

Cara cittadina/o,

chi si candida ad amministrare Roma deve spiegare cosa vuole fare, in che tempi e con quali risorse, ma deve anche dimostrare di avere le competenze gestionali e amministrative per governare una delle città più grandi d’Europa. Per questo, come “datori di lavoro” del Sindaco di Roma, desidero prima di tutto presentarmi a voi in modo che possiate valutare la mia esperienza professionale.

Per visualizzare correttamente il video
è necessario accettare tutti i cookie presenti sul sito.

Clicca qui per procedere

Sono diventato padre a 16 anni e, per mantenermi, ho cominciato a lavorare a 18 anni come promotore finanziario mentre mi laureavo in giurisprudenza. Oggi ho quattro figli e sono sposato con Violante da vent’anni.

 

Prima di entrare in politica ho avuto una lunga esperienza nel settore privato. Ho lavorato più di quattro anni in Ferrari a Maranello, occupandomi di marketing e finanza, e successivamente in Sky. Dal 2004 al 2008 ho ricoperto in Confindustria il ruolo di Direttore Affari Internazionali, portando migliaia di aziende italiane sui mercati mondiali. Dal 2009 al 2012 sono stato Direttore Generale dell’Interporto campano, una delle principali imprese di logistica del Sud Italia.

 

Il mio impegno istituzionale è iniziato nel 2013 come Viceministro allo Sviluppo Economico.

 

Ho varato un Piano straordinario per il Made in Italy, confermato da tutti i governi successivi, grazie al quale in 3 anni abbiamo raggiunto il record di esportazioni. Mi sono battuto per contrastare la concorrenza sleale di Paesi come la Cina, tutelando aziende e posti di lavoro. Anche per questi risultati, nel 2016, sono stato nominato Ambasciatore dell’Italia presso l’Unione Europea.

 

Dal 2016 al 2018 sono stato Ministro dello Sviluppo economico. Appena arrivato al Ministero, ho ristrutturato gli incentivi per le imprese, recuperando i tanti miliardi non spesi, e varato il Piano Industria 4.0, il più grande programma di modernizzazione digitale delle imprese italiane. Grazie a questo piano, gli investimenti e la ricerca hanno battuto tutti i record di crescita. L’esperienza che mi ha insegnato di più è stata gestire le crisi industriali: 162 vertenze, molte delle quali risolte, evitando così migliaia di licenziamenti.

 

Dal 2019 siedo al Parlamento europeo, dove sono stato Responsabile del rapporto sulla strategia industriale europea, approvato con più del 70% dei voti a novembre 2020.

Sostieni CALENDA SINDACO

Il tuo contributo è importante per Roma, sul serio.

  • € 5
  • € 10
  • € 50
  • € 100

Sono 8 mesi che mi preparo per svolgere il ruolo di Sindaco di Roma. Ho girato quasi tutti i quartieri della nostra città, ascoltando le persone e studiando soluzioni concrete. (VAI AL PROGRAMMA)

 

Ora voglio metterle in pratica. Per cambiare Roma non basta un nuovo Sindaco, serve anche una nuova classe dirigente competente e onesta. La mia è una candidatura civica, lontana dai partiti e dalle persone che hanno paralizzato la città negli ultimi anni. A causa loro oggi Roma è l’unica capitale del mondo che cresce meno del Paese che rappresenta.

 

ROMA NON È INGOVERNABILE. NESSUNA MALEDIZIONE CI CONDANNA AL DECLINO. DIPENDE DA NOI.

GRAZIE 

Resta aggiornato sulla CAMPAGNA

    *Tutti i campi sono obbligatori

    *Letta l’informativa, acconsento a che il trattamento dei miei dati venga effettuato dal Partito anche per il tramite di soggetti responsabili del trattamento ex art.28 GDPR.